Impianti speciali

Reti e mezzi

Funicolare Zecca-Righi

Inaugurata nel 1895 inizialmente su due tronchi separati, ha subìto nel corso degli anni vari lavori di rifacimento ed ammodernamento; nel 1966 si arrivò al suo percorso attuale unendo i due tronchi, mentre nel 1989 fu svolto l’ultimo ammodernamento globale per opera del raggruppamento Ansaldo - Agudio.

Il percorso si snoda a partire da Largo della Zecca, risalendo tramite due gallerie intervallate dalla stazione di Carbonara fino a San Nicolò, punto centrale del percorso e punto di incrocio fra le due vetture; dopo la stazione di San Nicolò la pendenza aumenta (fino al massimo del 35% nel tratto finale) e si raggiungono le stazioni di Madonnetta (da cui si può raggiungere il santuario con il famoso presepe), Preve e San Simone.

  • Zecca
  • Tratta in galleria
  • Punto di incrocio a San Nicolò
  • Vista frontale vettura
  • Cabina di guida
  • Righi
  • wordpress slider
  • Sala macchine
  • Sala macchine
jquery image slider by WOWSlider.com v8.1m

Il capolinea è alla stazione del Righi (posta a 292 m slm), da dove si gode un panorama sulla città da cartolina, con un dislivello totale di 279 metri su un percorso di circa 1430 m (dei quali circa 700 in galleria). Ogni vettura è in grado di portare ben 156 passeggeri e le partenze sono mediamente ogni 20 minuti, con un viaggio che dura circa 12 minuti. La presenza del personale di servizio a bordo delle vetture serve principalmente per apertura/chiusura porte, consenso alla partenza e gestione eventuali guasti durante il tragitto. Il cuore della funicolare si trova alla stazione del Righi, dove c’è il famoso “pulpito” gestito da una terza persona che in pratica fa muovere tutto l’impianto e dove si trovano i monitor per la sorveglianza delle varie stazioni.

Se vuoi ulteriori informazioni, scarica la scheda storica dell'impianto:
Zecca - Righi

Torna all'elenco degli impianti speciali

Condividi questa pagina su: